Alcune fasi del restauro di una panormo





Una zona danneggiata sulla tavola armonica nel lobo superiore sinistro è stata riparata in passato piuttosto grossolanamente: i profili sono stati rifatti molto male ed all'interno non sono stati sostituiti i "peones" danneggiati o mancanti.





Il fondo in palissandro brasiliano massello è scollato dalle fasce in più punti e sul lobo inferiore presenta una vistosa crepa mal riparata in passato.






Dopo aver siringato con acqua le zone ancora incollate, con l'aiuto di una spatola calda si procede lentamente e con estrema attenzione alla completa rimozione del fondo.





In questa fase, prima di cominciare il lavoro, si prendono accurati rilievi dello strumento che verranno conservati nell'archivio del liutaio.






La tavola armonica (in un pezzo unico) non ha mai avuto crepe né mai subìto riparazioni (tranne quella al lobo superiore) e permette uno studio attendibile delle chitarre che uscivano dal laboratorio di Louis Panormo: sono visibili i segni a matita ed è leggibile la logica con cui sono stati eseguiti i posizionamenti e gli alleggerimenti di catene, zocchetto, peones...






La crepa sul fondo, dopo essere stata ripulita da vecchi residui di colla, viene ricomposta e incollata con colla a caldo.




I peones mancanti vegono ricostruiti con la stessa essenza, delle stesse dimensioni (rilevate a partire dalle tracce di colla) e con la stessa "inaccuratezza".



Dopo aver accuratamente reincollato il fondo mediante colla a caldo e aver ricostituito il pezzo di profilo mancante con filetti di corrette dimensioni e colore, la vernice viene prima pulita e poi rinfrescata a tampone con pochissime aggiunte di nuova vernice ove necessario: la Panormo ora è pronta per ridare emozioni a chi la suona e a chi la ascolta…

     




Torna alla pagina Assistenza
 

© 2015 Lucio Antonio Carbone, liutaio
via C. Goldoni, 77 - 20129 Milano - P.IVA IT06835650158
Tutti i marchi appartengono ai rispettivi proprietari.